Lo statuto

Ecco un piccolo estratto del nostro statuto dal quale si evincono le principali arre di intervento della nostra cooperativa

Art. 4 – scopi ed oggetto

La Cooperativa ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e alla integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione dei servizi socio sanitari ed educativi orientati in via prioritaria, ma non esclusiva, alla risposta dei bisogni di persone, come definito dalla legge 8.11.1991 n. 381, art. 1, lettera a), ed eventuali modificazioni ed integrazioni, attuando, in forma mutualistica e senza fini speculativi, l’autogestione dell’impresa che ne è l’oggetto, dando continuità di occupazione lavorativa ai soci, migliori condizioni economiche, sociali e professionali. Inoltre, come definito dalla legge 8.11.1991 n. 381 art. 1 lettera b) ed eventuali modificazioni ed integrazioni, la cooperativa promuove l’inserimento lavorativo, in attività diverse (agricole, industriali, commerciali o di servizi, etc…), di persone svantaggiate, nelle percentuali e come definito dalla legge 8.11.1991 n. 381 ed eventuali modificazioni ed integrazioni, attuando, in forma mutualistica e senza fini speculativi, l’autogestione dell’impresa che ne è l’oggetto, dando continuità di occupazione lavorativa ai soci alle migliori condizioni economiche, sociali e professionali. In riferimento alla circolare n.153/96 dell’8.11.96 la cooperativa opererà in modo tale che tali attività risultino funzionalmente collegate.

In conformità agli interessi e requisiti dei propri soci, l’attività che costituisce l’oggetto sociale è orientata in via prioritaria, ma non esclusiva, alla risposta ai bisogni di:
• disabili psichici e persone con difficoltà psicologiche;
• disabili fisici e sensoriali;
• persone con handicap neuro-motorio;
• persone con ritardi di apprendimento;
• persone anziane;
• persone con patologie che richiedono ospedalizzazione e/o trattamenti sanitari;
• persone con svantaggio socio-economico-culturale;
• minori;
• adolescenti;
• detenuti ed ex detenuti;
• persone extracomunitarie e stranieri;
• tossicodipendenti;
• adulti in difficoltà;
• famiglie.

In relazione a quanto sopra la Cooperativa può gestire stabilmente o temporaneamente, in conto proprio o per conto terzi:
• attività educative anche organizzando laboratori per l’apprendimento e il perfezionamento di attività e pratiche che aiutino l’inserimento sociale degli individui;
• attività e servizi di riabilitazione;
• attività e servizi di formazione all’autonomia;
• attività e servizi di assistenza, sostegno, sostegno psicologico;
• attività e servizi ricreativi, aggregativi, educativi, formativi, di reinserimento, riabilitazione e formazione a carattere territoriale e non;
• attività di ricerca scientifica e/o di formazione professionale e/o di consulenza;
• attività e servizi domiciliari di assistenza, sostegno e riabilitazione;
• strutture residenziali, non residenziali e intermedie a carattere socio- sanitario e socio-assistenziale;
• altre strutture finalizzate al miglioramento della qualità della vita, nonché altre iniziative per il tempo libero, la cultura ed il turismo sociale;
• attività di sensibilizzazione ed animazione della comunità locale entro cui opera al fine di renderla più consapevole, e disponibile all’attenzione ed all’accoglienza delle persone in stato di bisogno;
• attività di promozione e rivendicazione dell’impegno delle istituzioni a favore delle persone deboli e svantaggiate e di affermazione dei loro diritti;
• offrire servizio di trasporto di persone e cose da eseguire con mezzi propri, di terzi o forniti dai committenti;
• promuovere e realizzare attività nel settore agricolo, turistico, commerciale e della fornitura di servizi, etc… finalizzate all’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate di cui sopra;
• stipulare convenzioni con enti pubblici e privati per la fornitura di beni e servizi finalizzate a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate di cui sopra;
• partecipare a bandi territoriali, regionali, nazionali e comunitari afferenti la gestione dei servizi che la cooperativa può assicurare;
• prevedere tutte le forme possibili di gestione per imprese pubbliche (comuni, province, ASP, regioni, etc…) e private e con imprese pubbliche e private, attraverso: affidamenti, partecipazioni, gare, convenzioni, etc…;
• la prestazione di qualunque altra attività affine o connessa a quelle sopraindicate.

La Cooperativa, per il conseguimento dello scopo sociale, potrà svolgere qualunque altra attività connessa ed affine a quelle sopra elencate, svolgere attività produttive e commerciali coerenti con lo scopo e l’oggetto sociale, nonché compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura immobiliare, mobiliare, industriale e finanziaria necessarie od utili alla realizzazione degli scopi sociali e/o comunque direttamente o indirettamente attinenti ai medesimi nonché, tra l’altro, e solo per indicazione esemplificativa e non limitativa:
1) assumere interessenze e partecipazioni, nelle forme consentite dalla legge, in imprese, anche consortili, che svolgano attività analoghe o comunque accessorie all’attività sociale;
2) dare adesioni e partecipazioni ad Enti ed organismi economici, consortili e fidejussiori diretti a consolidare e sviluppare gli approvvigionamenti ed il credito;
3) promuovere o partecipare a consorzi di garanzia fidi;
4) costituire fondi per lo sviluppo tecnologico o per la ristrutturazione o il potenziamento aziendale, nonché adottare procedure di programmazione pluriennale finalizzate allo sviluppo o all’ammodernamento aziendale ai sensi della legge 59/92 e partecipare allo sviluppo e al finanziamento alle cooperative sociali;
5) istituire una sezione di attività, disciplinata da apposito regolamento per la raccolta di prestiti, limitata ai soli soci ed effettuata esclusivamente ai fini del conseguimento dell’oggetto sociale, il tutto a norma e sotto l’osservanza dell’art. 12 legge 127/71, del- l’art. 11 legge 385/93 e di quanto disposto in materia dalla delibera CICR del 3.3.94 e successive norme di attuazione ed applicative.
6) promuovere e partecipare ad enti ed organismi anche consortili finalizzati a sviluppare e ad agevolare gli approvvigionamenti di beni e di servizi a favore dei propri aderenti; potrà inoltre aderire a consorzi fidi al fine di ottenere, per il loro tramite, agevolazioni e facilitazioni nell’accesso al credito bancario per sopperire alle esigenze finanziarie della cooperativa, prestando all’uopo le necessarie garanzie e fideiussioni.

A tal fine la Cooperativa richiederà le autorizzazioni necessarie e si avvarrà di tutte le provvidenze ed agevolazioni di legge.